UN’INTERVISTA “DANZATA”

Il giorno 14 marzo 2017, noi, ragazzi della redazione, abbiamo intervistato la Professoressa Olivieri, le ragazze e i ragazzi che partecipano al progetto di Danza Sportiva.

La danza sportiva è lo spostamento del ballo da attività artistica ad attività sportiva. La danza sportiva ha sue regole, competizioni e gare.

Questa attività ha messo piede nella nostra scuola nel 2011 grazie alla professoressa Olivieri.

Entrati nella palestra siamo stati accolti dai ballerini e dalla professoressa tra risate e stanchezza, ci hanno dato l’idea di un gruppo molto unito e in sintonia.

Dopo esserci accomodati tutti, abbiamo incominciato la nostra intervista, rivolgendo dapprima delle domande alla professoressa.

Prima del 2011 conoscevate questa attività sportiva?

“Sì, ne avevo sentito parlare, poi ho fatto le mie ricerche e ho frequentato due corsi. Il primo corso l’ho frequentato a Molfetta e il secondo ad Andria, entrambi gratuiti per gli insegnanti.”

Cosa l’ha spinta a pensare a un progetto di danza sportiva, qui a Corato, nel lontano 2011?

“Nutro una passione per il ballo da moltissimi anni, ho frequentato con mio marito dei corsi privati di caraibico, salsa e latino.”

Con quali criteri si scelgono i ballerini?

“Gli alunni che sono destinati a fare i ballerini per la danza sportiva vengono scelti in base alla coordinazione motoria basata sui saltelli che propongo io personalmente. Poi propongo delle lezioni a parte per questi ballerini.”

È mai capitato che qualche alunno escluso ci sia rimasto male?

“Non mi è mai pervenuta ufficialmente questa notizia, ma credo che molti ragazzi e ragazze si siano autoesclusi pur di far partecipare alcuni loro compagni.”

Come sceglie i costumi e la musica? A questo proposito si fa aiutare da qualcuno?

“Nelle gare, di solito, la musica è data dal dj quindi per me è quasi sconosciuta, invece la coreografia la scelgo io prendendo spunto dalle coreografie delle altre gare e trasformandole con fantasia. Riguardo ai costumi, a me piacciono molto i vestiti semplici”

In base a cosa progetta la coreografia?

“La coreografia riguarda sempre il ballo latino-caraibico o salsa e cha cha o synchro dance. Comunque durante la competizione si presentano balli prestabiliti.”

Come è cambiato il clima del gruppo da quando sono andati via i ragazzi “veterani” che partecipavano a questo progetto già da tre anni?

“Il gruppo è rimasto allegro, affiatato e motivato. Adesso ci sono 17 ballerini per syncro e 4 coppie per i balli di coppia.”

 

Successivamente abbiamo rivolto alcune domande anche ai ballerini.

Prima di partecipare conoscevate questa disciplina?

Alcune ragazze conoscevano questa disciplina tramite i genitori ballerini, altre invece conoscevano questa disciplina tramite corsi pomeridiani.

Praticate danza al di fuori di questo progetto?

In molte hanno risposto di sì.

Quanto vi piace e cosa vi ha spinti a partecipare a questo progetto?

Ad alcune ragazze piace la danza in genere e partecipano a questo progetto per fare una nuova esperienza.

Ti senti in imbarazzo quando sei davanti al pubblico?

La maggior parte delle ragazze non è in imbarazzo perché sono abituate a fare danza da anni, ma provano ansia durante la gara.

La Redazione

Annunci

RAGAZZI, FINALMENTE RIPRENDE IL C.C.R.!!

Il giorno mercoledì 29 marzo 2017 alle ore 10.30 mi sono recata presso il Palazzo di Città per la seconda seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi. Non avevo potuto partecipare alla prima seduta del 9 marzo e non vedevo l’ora di riprendere il mio impegno di Consigliere Comunale!

Questo è il secondo anno in cui partecipo a questa iniziativa, che mi permette di dare voce ai ragazzi della mia città!

Noi consiglieri ci siamo riuniti nella Sala Consiliare e la seduta è iniziata verso le 10.40. Abbiamo iniziato con l’appello, molti erano gli assenti. Dopo l’appello siamo passati alla trattazione del primo punto all’Ordine del Giorno:

  • Nomina nuovi consiglieri comunali (surroghe)

Sono state nominati i nuovi consiglieri, dato che alcuni consiglieri dello scorso anno ora frequentano la Scuole Superiore e di conseguenza sono decaduti dal ruolo.

Siamo poi passati alla trattazione del secondo punto all’Ordine del Giorno:

  • Illustrazione del concorso “Corato Plus” indetto dalla 3^ Commissione Consiliare.

La terza Commissione si occupa delle tematiche sociali. Il concorso è stato illustrato della Consigliera Flavia Mastrorillo che ci ha anche mostrato il volantino, creato da lei, per pubblicizzare il concorso. Il concorso consiste nel realizzare un disegno e uno slogan  sull’educazione alla raccolta differenziata dei rifiuti. Il disegno e lo slogan più bello verranno affissi in giro per la città.

Successivamente siamo passati al terzo punto dell’O.d.G.:

  • Approfondimenti sui personaggi storici che denominano le varie scuole.

Questa iniziativa è stata proposta dalle Consigliere Livia Goffredo e Margherita Cavallo, che volevano far scoprire agli alunni delle varie scuole il personaggio storico a cui è intitolata la loro scuola. L’assessore Mara Zezza aveva già effettuato delle ricerche su alcuni personaggi, tra cui Luigi Santarella. Luigi Santarella è stato un ingegnere, nostro concittadino, ed è stato anche l’inventore del cemento armato! Mi è piaciuta molto questa iniziativa!

Siamo poi giunti al quarto punto all’Ordine del Giorno:

  • Raccolta fondi per l’Associazione “Il sorriso di Antonio”.

La terza Commissione Consiliare ha proposto di avviare una raccolta fondi per Pasqua. I soldi raccolti saranno donati all’Associazione “Il sorriso di Antonio”, che collabora con il Policlinico di Bari. L’assessore Zezza ci ha parlato di come è nata l’Associazione e con quale scopo. L’associazione di promozione sociale “Il sorriso di Antonio – per la ricerca sui Linfomi non Hodgkin” nasce il 14 gennaio 2012 per volere della famiglia e degli amici del coratino Antonio Carone. Egli è morto all’età di 30 anni, a causa di un tumore maligno del sistema linfatico, il linfoma non Hodgkin.

Pur essendone prevista la partecipazione, alla seduta purtroppo non è potuto intervenire nessun membro dell’Associazione.

La seduta si è conclusa alle ore 12.30.

Sono contenta di partecipare al Consiglio Comunale dei Ragazzi, non solo perché mi fa vivere l’esperienza di un Consigliere Comunale adulto, ma perché mi aiuta ad arricchire il mio bagaglio culturale.

 

Claudia D’Imperio, classe 3^A (a.s. 2016/17)