GLI ESAMI COME OBIETTIVO PERSONALE

Noi alunni di terza siamo ormai giunti al termine della nostra avventura nelle scuole medie.

Come ogni anno gli studenti di terza sono sottoposti all’esame di stato e ora tocca a noi per dimostrare le competenze acquisite in questi tre anni molto impegnativi.

Abbiamo sempre sentito parlare degli esami dai ragazzi più grandi ed è impensabile che ora tocchi a noi che oramai siamo agli sgoccioli di questo arduo percorso.

Questi tre anni sono passati in un baleno, tre anni interi volati tra risate, studio e tanta ansia.

Ma la vera paura sta arrivando con l’avanzare degli esami. Stiamo per lasciare la nostra aula, il nostro banco, i nostri amici e i professori a cui dobbiamo tante bellissime esperienze che hanno caratterizzato la nostra adolescenza.

Dobbiamo affrontare gli esami a testa alta, perché è una sfida che dobbiamo vincere sfruttando tutte le conoscenze e abilità che abbiamo appreso e anche se sappiamo di potercela fare, l’ansia e la paura non mancano. Paura di cosa, direte voi? Paura di deludere le nostre aspettative e noi stessi. Ognuno di noi, infatti spera di dare il proprio massimo, quindi le aspettative sono alte.

In questo periodo noi alunni siamo maggiormente sotto pressione, perché stiamo iniziando a ideare il percorso e la tesina che dovremo esporre agli esami, davanti a tutti i professori che ci hanno accompagnato nel corso di questi anni.

Le prove da affrontare sono molte e si dividono in tanti scritti e infine l’orale. Questi esami per noi sono  molto importanti, perché saranno il nostro biglietto d’ingresso per le scuole superiori, forniranno la prima impressione a nuovi professori in una scuola molto più impegnativa rispetto alle medie.

Nonostante ciò niente ci darà più soddisfazione di indossare il tocco e tenere in mano il nostro primo diploma e uscire da questa scuola con la consapevolezza di aver dato il nostro massimo in ogni campo o ambito  affrontato tra le mura della Santarella.

Una volta superati gli esami, non potremo far altro che ringraziare i professori per le conoscenza trasmesse e pensare con positività al nuovo percorso a cui andiamo incontro, dando sempre il meglio di noi e non solo dal punto di vista scolastico…

Ivana Marcone (III F), Alessandra Quinto (III C) – Santarella – a.s. 2018/19

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...