Benvenuti al castello del Sapere

Buongiorno a tutti, carissimi alunni!!

Un inizio grandioso, quest’anno!

I miei nuovi s@ntarellini di prima che entrano, accompagnati da belle e soavi quartine in rima, nel castello del sapere della Santarella, di cui io sono l’umile e fedele custode!

Ma cominciamo dal backstage…

Addì decimo sesto del mese settembrino

dell’anno del Signore duemiladiciannove

sull’uscio historico del maniero santarellino

riunite son dinnanzi le generazioni nuove.

Buongiorno a lor signori et alle loro dame,

d’aver portato quivi la propria cara prole –

pronta all’annual cultural certame –

siam ben felici et il cor sì tanto vuole.

Ben giunti i cavalieri et le damigelle

al historico maniero del sapere sono,

per affrontar con ardore le sfide belle

che la schola et i maestri offrono in dono.

Et tutti voi sarete ammessi, giovani virgulti,

in una gentil casata sotto splendidi stendardi

et rispettar le sue regole dovrete senza insulti

cantando le sue lodi, accompagnando i bardi.

Giullare di questa corte mi trovo a esser per un dì

quasi per ischerzo o vuoi per buona sorte,

et oggi che pare a tutti noi d’esser lunedì,

non resta che del castello aprir le amate porte.

 

Ecco il nostro maniero pronto ad accogliere i cavalieri e le damigelle…

Queste le nostre casate…

E i giullari pronti ad accoglierli…

 

Con gli emblemi in petto, voi di Albione la casata,

della prim’ora il vostro precettor seguite or in parata.

Con gli emblemi in petto, voi di Bretania la casata,

della prim’ora il vostro precettor seguite or in parata.

Con gli emblemi in petto, voi di Castiglia la casata,

della prim’ora il vostro precettor seguite or in parata.

Con gli emblemi in petto, voi di Danimarca la casata,

della prim’ora il vostro precettor seguite or in parata.

Con gli emblemi in petto, voi di Ellenia la casata,

della prim’ora il vostro precettor seguite or in parata.

Con gli emblemi in petto, voi di Franzia la casata,

della prim’ora il vostro precettor seguite or in parata.

Con gli emblemi in petto, voi di Giudea la casata,

della prim’ora il vostro precettor seguite or in parata.

E intanto nel castello si diventa re per un giorno sulla sedia parlante.

Alcuni pensieri a caldo:

“Oggi, 16 settembre 2019, è iniziata la mia corsa verso le superiori. Io ero felicissimo, abbiamo avuto un’accoglienza da cavalieri e da dame, poi siamo entrati nel castello della sapienza!” (Alessandro)

Oggi, 16 settembre, è iniziata la mia nuova avventura scolastica alle medie. Al suonare della campanella ho stretto la mano al mio amico e insieme agli altri miei compagni siamo entrati nell’istituto ‘Santarella’. L’accoglienza quest’anno è stata molto bella e divertente: infatti ad accoglierci c’erano due giullari che invitavano ad entrare nel loro castello, un mondo di sapienza e cultura.” (Davide)

 “Eravamo molto preoccupati e paurosi, senza coraggio per affrontare il nuovo viaggio; è bastata una voce materna e un sorriso sincero per sentirci fieri di essere lì.” (Simona)

E dunque salpiamo le ancore verso nuove mete, beneamati s@ntarellini!

Scaliamo insieme le vette del sapere e senza timore affrontiamo ardimentosi le nuove sfide!